martedì, Settembre 27, 2022
HomeMondoAmazon, infortuni ai driver Usa in aumento del 40%

Amazon, infortuni ai driver Usa in aumento del 40%

Un rapporto del Soc, Strategic Organizing Center, una coalizione di sindacati, denuncia che tra il 2020 e il 2021 gli infortuni tra i driver dei servizi di consegna di Amazon sono aumentati del 40% negli Usa. Nel rapporto si parla, documentandoli, di 18,3 infortuni ogni 100 lavoratori. Anche tra i dipendenti delle stazioni di consegna Amazon gli infortuni sono aumentati notevolmente, colpendo 11 lavoratori ogni.

Amazon ha replicato negando la validità dei dati, che secondo la società di Jeff Bezos sarebbero stati ottenuti monitorando soltando una minima parte delle aziende che effettuano come partner le consegne per Amazon. Una dichiarazione che rischia di portare acqua al mulino delle osservazioni del Soc, in quanto, fanno notare i sindacati, non sono stati presi in considerazione nemmeno gli autisti dell’app Flex di Amazon, in quanto i loro dati escludono le informazioni relative agli infortuni.

Il punto è, semmai, che fa parte della politica di Amazon impedire che vengano resi noti i dati legati agli infortuni, il cui aumento sarebbe imputabile alla pressione eccessiva in seguito all’impennata di consegne che si è sviluppata per l’azienda a partire dalla pandemia da covid, come conferma l’utile netto del 2021 arrivato a 33 miliardi di dollari contro 21 miliardi del 2020.

Il sindacato accusa Amazon di aver intensificato il lavoro senza adeguare il numero di persone impiegate per le consegne dei pacchi al nuovo carico di lavoro, aumentato per oltre un terzo rispetto all’anno precedente. Amazon ha rifiutato anche, in seguito a questa accusa, di rivelare il numero di pacchi affidati alla consegna di ditte esterne.

Se Amazon afferma di monitorare gli addetti alle consegne all’interno e all’esterno del furgone per controlare la loro salute, il Soc afferma che questo controlo video serve in realtà a licenziare i dipendenti che non rispettano le richieste di produzione in base a una classifica sulla velocità di consegna.

I conducenti assunti da Amazon, rileva il Soc, rappresentano probabilmente la metà di tutta la consegna Amazon, ma l’azienda non include questi driver nella sua segnalazione pubblica dei tassi di infortunio. Amzon, accusano i sindacati, ha progettato il suo sistema in modo tale che può mantenere un ampio controllo sulle operazioni e sui dipendenti ma schivare le responsbilità per il tributo umano alle sue intense richieste di produttività.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI