mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeMondoAuto elettriche e distruzione di salute e ambiente: il caso dell'isola...

Auto elettriche e distruzione di salute e ambiente: il caso dell’isola indonesiana di Obiri

L’industria mineraria sta diventando sempre più importante per soddisfare la crescente domanda di materiali essenziali per la produzione di batterie, componenti elettronici e altri prodotti ad alta tecnologia. Tuttavia, questa attività comporta anche rischi significativi per la salute e l’ambiente.

Il Washington Post di oggi. con un articolo a firma di Rebecca Tan, Dera Menra Sijabat e Joshua Irwandi, ci racconta la storia della raffineria di nichel per l’industria dell’auto elettrica (EV) che si trova sull’isola do Obira in Indonesia, dove si trova una delle prime raffinerie costruite appositamente per supportare la transizione del mondo dai combustibili fossili.

Le rocce rinvenute qui contengono tracce di nichel, un ingrediente chiave nelle batterie dei veicoli elettrici. Estrarlo, raffinarlo e prepararlo per l’esportazione è un compito gigantesco. ed è stata costruita con l’obiettivo di estrarre il nichel dalle miniere circostanti.

Tuttavia, l’attività ha portato a gravi problemi ambientali e sanitari per la popolazione locale. In particolare, le polveri tossiche rilasciate nell’aria dalla raffineria hanno causato un elevato numero di malattie respiratorie e di cancro tra i residenti della zona.

I rischi per la salute e l’ambiente derivanti dall’industria mineraria sono legati a diversi fattori, tra cui l’estrazione dei minerali, la lavorazione, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti. Ad esempio, l’estrazione di minerali può causare la distruzione degli habitat naturali e la contaminazione del suolo e dell’acqua. La lavorazione dei materiali può comportare l’emissione di sostanze tossiche nell’aria e nell’acqua, mentre il trasporto dei minerali e dei prodotti finiti può causare inquinamento acustico e atmosferico.

Inoltre, l’industria mineraria comporta anche rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, come l’esposizione a sostanze tossiche, l’inalazione di polveri, il rischio di incidenti sul lavoro e di lesioni da movimentazione manuale dei materiali. In molti casi, i lavoratori delle miniere sono sottopagati e lavorano in condizioni precarie, senza le necessarie protezioni per la loro sicurezza e salute.

Il caso della raffineria di nichel per l’industria dell’auto elettrica rappresenta un esempio lampante dei rischi associati all’industria mineraria e alla lavorazione dei materiali. Un incidente ha causato la fuoriuscita di sostanze tossiche nell’aria e nell’acqua e ha avuto gravi conseguenze sulla salute dei lavoratori e della popolazione locale, e ha portato alla chiusura della raffineria e alla messa in atto di misure di emergenza per limitare i danni.

Per evitare che si ripetano casi come quello della raffineria di Obiri, è necessario che le aziende del settore adottino misure per prevenire gli incidenti e minimizzare gli impatti ambientali e sanitari delle loro attività. Inoltre, è importante che i governi intervengano per garantire la sicurezza dei lavoratori e la protezione dell’ambiente e della salute pubblica.

È necessario che vengano introdotte norme e regolamentazioni che impongano standard elevati per la gestione delle attività minerarie e della lavorazione dei materiali, e che vengano previste sanzioni severe per le aziende che violano tali norme.

Inoltre, è importante che venga data maggiore attenzione alla ricerca e allo sviluppo di tecnologie e processi produttivi più sostenibili e rispettosi dell’ambiente. Ciò potrebbe comportare l’adozione di processi di estrazione e lavorazione dei materiali meno inquinanti e più efficienti, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili per alimentare le attività minerarie e la riduzione dei rifiuti e degli scarti prodotti dalle attività.

E’ necessaria una maggiore trasparenza e partecipazione della popolazione nelle decisioni riguardanti l’industria mineraria. La popolazione locale deve essere informata sui rischi e gli impatti delle attività minerarie e deve essere coinvolta nei processi decisionali che riguardano le attività che si svolgono nel proprio territorio.

In sintesi, la vicenda della raffineria di nichel di Obiri rappresenta un esempio emblematico dei rischi associati all’industria mineraria e della necessità di adottare misure per prevenire incidenti e minimizzare gli impatti ambientali e sanitari.

È essenziale che le aziende del settore adottino standard elevati per la gestione delle loro attività e che i governi intervengano per garantire la sicurezza dei lavoratori e la protezione dell’ambiente e della salute pubblica.

Foto di Michael Marais su Unsplash
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI