mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeMondoCento persone uccise in Myanmar durante attacchi aerei dell'esercito

Cento persone uccise in Myanmar durante attacchi aerei dell’esercito

Ieri, martedì 11 aprile, la giunta birmana ha effettuato un micidiale attacco aereo contro la cittadina di Kantbalu, nella regione di Sagaing, uccidendo circa 100 persone. Lo ha reso noto il governo di unità nazionale del Myanmar.

Il portavoce della giunta Zaw Min Tun ha confermato martedì notte l’attacco al villaggio che ha ucciso circa 100 persone tra cui donne e bambini.

Il funzionario ha detto: “C’è stata una cerimonia di apertura dell’ufficio (di una forza di difesa popolare) … (martedì) mattina verso le 8 del mattino nel villaggio di Pazigyee”.

Tuttavia, secondo quanto riferito, il funzionario della giunta ha affermato che non tutte le morti sono il risultato dell’attacco della giunta, ma “secondo le informazioni sul campo, le persone sono state uccise non solo a causa del nostro attacco. C’erano alcune mine piazzate in quella zona”.

Un testimone oculare, che si è nascosto in un tunnel durante l’attacco, ha descritto una scena di orrore mentre si avvicinava al luogo dell’attacco aereo militare: bambini che muoiono, donne che urlano e corpi ammucchiati a terra.

Inoltre, il portavoce dell’ufficio del primo ministro del NUG ha chiesto alla comunità internazionale di agire rapidamente per aiutare le persone a porre fine alla brutalità dei militari.

Circa 300 persone si erano radunate nel villaggio di Pazigyi martedì mattina presto per celebrare l’apertura di un ufficio dell’amministrazione locale. Le famiglie avevano viaggiato dai villaggi vicini per l’evento, dove sono stati offerti tè e cibo e che ha coinciso con l’inizio dei festeggiamenti per il capodanno di Thingyan.

Secondo i media locali di The Irrawaddy, un aereo della giunta ha sganciato due bombe e ha sparato sul villaggio dove la gente si era radunata per aprire un nuovo ufficio cittadino.

Martedì il ministero della difesa del Myanmar ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna il micidiale bombardamento del villaggio di Pazigyee. La dichiarazione recitava: “I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con le famiglie di coloro che hanno perso la vita e coloro che sono feriti”.

Il testimone oculare ha detto di aver visto dozzine di corpi dopo l’attacco, compresi bambini di appena cinque anni. Ha detto di aver perso quattro membri della famiglia nello sciopero e che tra i morti c’era anche un bambino del suo villaggio.

Migliaia di persone sono state uccise in tutto il Myanmar da quando la giunta militare ha preso il potere con un colpo di stato nel febbraio 2021. L’ex leader eletta del Myanmar Aung San Suu Kyi è stata successivamente condannata a 33 anni di carcere durante processi segreti.

by Ninjastrikers

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI