domenica, Giugno 16, 2024
HomeMondoDalla povertà all'impoverimento. L'esempio di Porto Rico

Dalla povertà all’impoverimento. L’esempio di Porto Rico

L’articolo scritto dal professor Étienne Helmer dell’Università di Porto Rico e pubblicato sulla rivista francese online Aoc (Analyse Opinion Critique), spiega la persistente e grave situazione di povertà a Porto Rico, esaminando i dettagli e le dinamiche socio-economiche che caratterizzano l’isola come la giurisdizione più povera degli Stati Uniti.

Secondo i dati riportati, nel 2019, il 44,5% della popolazione e il 40% delle famiglie vivevano sotto la soglia di povertà federale, definita da un reddito familiare annuo di 26.000 dollari.

Uno studio del 2018 ha evidenziato come dal 2000 la povertà abbia colpito particolarmente certi gruppi vulnerabili, tra cui donne, bambini e madri single, con tassi di povertà che superano il 50%.

Helmer sottolinea come, nonostante alcuni segnali di miglioramento economico come l’aumento del salario minimo a 9,5 dollari l’ora e una diminuzione della disoccupazione nel 2023, l’inflazione abbia mitigato questi benefici, con alcune piccole città che tra il 2014 e il 2018 hanno addirittura visto un aumento dei livelli di povertà.

Il professor Helmer critica la percezione comune della povertà, che spesso viene ridotta a una mancanza di risorse materiali o peggio, vista attraverso lenti stigmatizzanti che etichettano i poveri come pigri o alcolizzati.

Questa visione superficiale, argomenta Helmer, è influenzata da confronti con nazioni come la Repubblica Dominicana, Haiti e alcuni paesi del Sud America, dove la povertà “reale” sembra essere più evidente a causa della mancanza degli elementi essenziali per la sopravvivenza.

“Carretera PR-129 desde Barrio Lechuga hasta el centro del Pueblo en Hatillo Puerto Rico.” by realitybites2012 is licensed under CC BY 2.0.

Nonostante l’esistenza di programmi di aiuto federale, come il Programa de Ayuda Temporal para Familias Necesitadas (TANF) e il Programa de Asistencia Nutricional (PAN), che supportano il 61% delle famiglie con figli minori a Porto Rico, Helmer propone che la povertà dovrebbe essere compresa come un processo di impoverimento piuttosto che come una condizione statica.

Questo processo è influenzato da una combinazione di fattori storici, materiali, ideologici e da politiche pubbliche spesso discriminatorie basate su razza, genere o età.

Approfondendo, il lavoro di pensatori come Amartya Sen e Martha Nussbaum ha mostrato che la povertà va intesa principalmente come una mancanza di libertà che impedisce alle persone di sviluppare e perseguire le proprie “capacità”, ovvero la possibilità di fare scelte su beni che considerano di valore.

Helmer suggerisce quindi di spostare l’attenzione dai sintomi alle cause della povertà, sottolineando come sia cruciale considerare le relazioni sociali, politiche ed economiche che producono e mantengono la povertà.

Questo approccio viene brillantemente illustrato nel film portoricano “La Pecera” (2023) di Glorimar Marrero, che intreccia la lotta personale di una donna contro il cancro con una più ampia battaglia ambientale e sociale contro l’inquinamento lasciato dalle basi militari americane a Vieques.

Marrero utilizza la malattia come metafora dell’impoverimento causato dalla situazione coloniale di Porto Rico, rappresentando il corpo della protagonista come il sito di difficoltà economiche, politiche e sociali.

Helmer conclude sottolineando la necessità di una visione della povertà che sia radicalmente trasformativa, non solo in termini di misure di aiuto, ma anche attraverso politiche pubbliche che mirino a correggere le ingiustizie strutturali che perpetuano l’impoverimento.

Questo richiede un’analisi critica e un cambiamento nelle politiche che guardino oltre la semplice erogazione di sostegno materiale e considerino più profondamente i principi di giustizia e libertà che una società decide di sostenere.

Wikimedia Commons
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI