giovedì, Luglio 18, 2024
HomeCulturaEnergia eolica e solare: la Cina leader nella produzione di rinnovabili

Energia eolica e solare: la Cina leader nella produzione di rinnovabili

Un rapporto indica che la quantità di energia eolica e solare in costruzione in Cina è quasi il doppio rispetto al resto del mondo.

Secondo una ricerca di Global Energy Monitor (GEM), la Cina sta costruendo 180 gigawatt (GW) di energia solare industriale e 15 GW di energia eolica, per un totale di 339 GW. Questo è molto più dei 40 GW in costruzione negli Stati Uniti.

I ricercatori hanno considerato solo i parchi solari con capacità di 20 MW o più, che alimentano direttamente la rete, suggerendo che la capacità solare totale in Cina potrebbe essere maggiore, poiché i piccoli parchi solari costituiscono circa il 40% della capacità solare cinese.

I risultati evidenziano il ruolo di primo piano della Cina nella produzione di energia rinnovabile globale, mentre gli Stati Uniti sono preoccupati per la sovraccapacità produttiva e il dumping cinese nel settore solare. Negli ultimi anni, la Cina ha vissuto un boom delle energie rinnovabili, sostenuto dal governo.

Il presidente Xi Jinping ha promosso la necessità di “nuove forze produttive di qualità”, enfatizzando la produzione verde. Tra marzo 2023 e marzo 2024, la Cina ha installato più energia solare di quanto fatto nei tre anni precedenti e più del resto del mondo combinato nel 2023. La Cina è in rotta per raggiungere 1.200 GW di capacità eolica e solare installata entro la fine del 2024, sei anni prima dell’obiettivo governativo.

“La continua costruzione assicura che la Cina rimanga leader nell’installazione di energia eolica e solare, superando di gran lunga il resto del mondo”, afferma il rapporto.

Tuttavia, gli analisti avvertono che la Cina avrà bisogno di ancora più capacità rinnovabile per ridurre l’intensità di carbonio del 18% e diminuire le emissioni. L’intensità di carbonio misura quanti grammi di CO2 vengono emessi per produrre un kilowattora di elettricità.

Per raggiungere l’obiettivo di produrre il 25% dell’energia da fonti non fossili entro il 2030, la Cina dovrà installare tra 1.600 e 1.800 GW di energia eolica e solare.

Tra il 2020 e il 2023, solo il 30% della crescita del consumo energetico è stata soddisfatta da fonti rinnovabili, contro un obiettivo del 50%.

“È cruciale che la Cina continui ad aumentare l’energia rinnovabile per raggiungere i suoi obiettivi”, ha affermato Li Shuo del China Climate Hub presso l’Asia Policy Institute di Washington DC. “Ma non basta costruire; non c’è segno che il paese stia riducendo il consumo di carbone”.

Una precedente analisi di GEM e del Centre for Research on Energy and Clean Air ha rilevato che le approvazioni di nuove centrali a carbone sono quadruplicate nel 2022-2023 rispetto al periodo 2016-2020, nonostante un impegno del 2021 a “controllare rigorosamente” le nuove centrali a carbone. Il consumo totale di carbone è aumentato dal 0,5% al 3,8% annuo tra i due periodi.

Tensioni geopolitiche, come la guerra in Ucraina e interruzioni di corrente in Cina, hanno aumentato le preoccupazioni sulla sicurezza energetica. La rete elettrica cinese dipende ancora dal carbone, considerato necessario per mitigare l’intermittenza delle rinnovabili, e i funzionari vedono l’industria del carbone come un modo per aumentare il PIL locale, nonostante il settore dell’energia pulita sia ora il principale motore di crescita economica della Cina, rappresentando il 40% dell’espansione del PIL nel 2023.

Gli analisti suggeriscono che per sfruttare l’energia pulita dei parchi eolici e solari cinesi, sono necessari miglioramenti nello stoccaggio e nella flessibilità della rete.

Il governo cinese è consapevole di questa sfida e ha nominato le batterie agli ioni di litio come una delle tecnologie chiave per la crescita di alta qualità, insieme ai veicoli elettrici e ai pannelli solari. Nel 2023, sono stati investiti 11 miliardi di dollari in batterie collegate alla rete, un aumento del 364% rispetto al 2022.

Il rapporto GEM ha anche sottolineato la leadership della Cina nella costruzione di infrastrutture per l’energia rinnovabile. I 339 GW di energia eolica e solare in costruzione rappresentano un terzo dei progetti proposti, superando di gran lunga il tasso di costruzione globale del 7%.

“La pipeline di energia rinnovabile della Cina è il doppio rispetto al resto del mondo”, ha detto Li. “Ma dobbiamo chiederci perché il resto del mondo è così lento”.

“Kunming solar powered” by Matthijs Koster is licensed under CC BY 2.0.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI