venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeMondoGli allegri assassini del Los Angeles Police Department

Gli allegri assassini del Los Angeles Police Department

Keenan Anderson, 31 anni, insegnante di liceo, per sua sfortuna afroamericano, è l’ultima vittima della delinquenza della polizia di Los Angeles. Il 3 gennaio di quest’anno rimane vittima di un incidente stradale. Incontra una pattuglia della polizia a cui chiede aiuto. Chiede espressamente un po’ di acqua. Ma i due criminali in divisa anzichè aiutarlo lo obbligano a spostasi sul marciapiede e a stare con la faccia rivolta contro un muro. Da subito si dimostrano gratuitamente aggressivi. Prova a scappare ma viene bloccato in terra, faccia in giù. Gli premono il collo con il gomito. Come George Floyd. Mentre urla chiedendo aiuto gli agenti usano più volte il taser contro di lui. La prima scossa dura almeno trenta secondi, come testimonia il video girato dalla telecamera di uno dei due agenti e anche un video girato con lo smartphone da una persona sul posto.

Muore poco dopo per arresto cardiaco. E’ la terza vittima della violenza dei poliziotti di Los Angeles dall’inizio dell’anno. E’ anche il cugino di Patrisse Cullors, leader del movimento antirazzista Black Lives Matter, che ha reso noto quanto accaduto. Mentre gli agenti lo terrorizzano urla inascoltato «Stanno facendo come con George Floyd». Il capo della polizia della città californiana Michael Moore si già nascosto dietro la presunta presenza di droghe nel sangue della vittima. Particolare irrilevante anche se fosse vero, al momento non c’è nessun documento ufficiale in merito, perchè non aveva commesso alcun reato e stava soltanto chiedendo aiuto dopo l’incidente. L’ufficio del medico legale non si è ancora pronunciato sulla causa e sulle modalità della morte di Anderson.

“Dobbiamo ridurre l’uso della forza in generale, e non ho assolutamente alcuna tolleranza per la forza eccessiva”, ha dichiarato il sindaco da poco eletta Karen Bass. Speriamo che sia conseguente con quanto affermato. Di seguito il rapporto della polizia e il video registrato dalla bodycam di uno dei due assassini.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI