venerdì, Aprile 19, 2024
HomeTecnologiaHacker rubano 35 milioni di dollari in criptovaluta, sospetti sulla Corea del...

Hacker rubano 35 milioni di dollari in criptovaluta, sospetti sulla Corea del Nord

Gli hacker nordcoreani sono stati sospettati dietro il furto di almeno 35 milioni di dollari da un servizio di criptovaluta, hanno detto martedì alla Galileus Web diversi esperti di monitoraggio delle criptovalute.

È l’ultimo di una serie di attacchi di società di criptovalute legate a Pyongyang che i funzionari statunitensi temono possano essere utilizzati per finanziare i programmi di armi nucleari e balistiche del regime nordcoreano.

Gli hacker hanno prosciugato gli account di criptovaluta di alcuni clienti di Atomic Wallet, una società con sede in Estonia che rivendica 5 milioni di utenti del suo software.

Atomic Wallet ha dichiarato sabato che “meno dell’1%” degli utenti mensili sembra essere stato colpito dall’hacking. L’azienda non ha specificato quanti soldi potrebbero essere stati rubati o chi c’era dietro l’hacking, ha riferito la CNN.

Alcune delle apparenti vittime dell’hacking si sono rivolte a Twitter per implorare indietro i loro soldi agli hacker, pubblicando i loro indirizzi di criptovaluta nel caso in cui gli hacker avessero avuto pietà di loro.

Gli hacker nordcoreani hanno rubato miliardi di dollari da banche e società di criptovalute negli ultimi anni, fornendo una fonte chiave di entrate per il regime, secondo i rapporti delle Nazioni Unite e di aziende private.

Nell’incidente di Atomic Wallet, le tecniche di riciclaggio di denaro degli hacker e gli strumenti utilizzati corrispondevano al comportamento della Corea del Nord, secondo la società londinese di monitoraggio delle criptovalute Elliptic.

Un tracker di criptovalute indipendente noto come ZachXBT ha dichiarato alla CNN che gli hacker nordcoreani erano molto probabilmente responsabili. L’importo confermato rubato potrebbe superare i 35 milioni di dollari mentre Atomic Wallet continua a indagare sull’incidente, ha affermato l’analista.

“Lo schema era simile a quello che abbiamo visto con il riciclaggio dei fondi Harmony a gennaio”, ha detto ZachXBT, riferendosi al riciclaggio di 100 milioni di dollari rubati da una società con sede in California.

L’FBI ha accusato la Corea del Nord per l’hacking di Harmony. La CNN ha riferito di come gli investigatori privati ​​e gli agenti dell’intelligence sudcoreana siano stati in grado di recuperare una frazione di quei soldi

Contrastare l’hacking e il riciclaggio di denaro nordcoreano è diventato rapidamente una priorità di sicurezza nazionale per l’amministrazione Biden. Circa la metà del programma missilistico della Corea del Nord sarebbe stato finanziato da attacchi informatici e furto di criptovalute, secondo quanto ha dichiarato il mese scorso un funzionario della Casa Bianca.

by Christoph Scholz
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI