domenica, Giugno 16, 2024
HomeItaliaHasib Omerovic, chiesto il rinvio a giudizio per tre agenti di polizia

Hasib Omerovic, chiesto il rinvio a giudizio per tre agenti di polizia

Hasib Omerovic, quel 25 luglio del 2022, non fu vittima di un incidente. Hasib non cadde dalla finestra della sua stanza durante un “normale controllo” di polizia, ma fu indotto a gettarsi da nove metri di altezza dalla violenza esercitata dagli agenti contro di lui.

Quello che a molti appariva chiaro fin dai primi giorni, ora è messo nero su bianco dalla magistratura romana, che ha chiesto il rinvio a giudizio per tre agenti del commissaraiato di Primavalle con l’accusa di aver torturato il rom e di aver tentato di depistare le indagini per scagionarsi.

I magistrati hanno appurato che l’iniziativa fu una spedizione punitiva organizzata e non, come avevano sotenuto gli imputati, la sfortunata conclusione di una casualità. I poliziotti, infatti, non si recarono a casa di Hasib dopo essersi incontrati per caso, ma dopo aver preso accordi telefonici fra di loro per “dare una lezione” all’uomo che, secondo alcune voci di quartiere, si sarebbe reso responsabile di molestie verso alcune ragazze, molestie mai confermate.

Ora, l’auspicio è che il processo si svolga rapidamente e chiarisca i punti ancora oscuri della vicenda, primo fra tutti il muro di complicità che sembra aver protetto gli agenti, senza dimenticare la vicenda degli abiti che indossava Hasib quando è “caduto” dalla finestra della sua stanza, dove si era rifugiato nel tentativo di sfuggire alle violenze del sovrintendente Pellegrini e degli altri agenti.

Infatti, resta ancora da capire chi abbia fatto sparire quegli abiti e perché alla famiglia ne siano stati consegnati altri, che non gli appartenevano. Fare luce fino in fondo su quanto accaduto è molto importante, in un momento in cui al governo ci sono forze che intendono abolire il reato di tortura.

Qui i precedenti articoli di Germano Monti sulla vicenda di Hasib Omerovich:

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI