martedì, Aprile 16, 2024
HomeTecnologiaI tribunali cinesi respingono sempre i ricorsi di società straniere sulla violazione...

I tribunali cinesi respingono sempre i ricorsi di società straniere sulla violazione di brevetti

Le azioni legali sui brevetti intentate da aziende straniere rimangono “inesaudite” dai tribunali cinesi. Partecipando ai casi di contenzioso sui brevetti portati davanti ai tribunali degli Stati Uniti, dell’Unione Europea e di altre giurisdizioni, i tribunali cinesi hanno dimostrato di essere a favore del furto intellettuale compiuto dalle proprie aziende.

Quando le azioni legali delle aziende che ritengono di aver subito un furto di proprietà intellettuale da società cinesi, secondo quanto scrive oggi l’organizzazione non governativa Voices Against Autocracy, arrivano in una Corte di giustizia di Pechino, invece di ascoltare l’appello delle aziende straniere, i tribunali impongono bassi tassi di royalty per i brevetti sul 5G e altre tecnologie create dalle società cinesi utilizzate negli smartphone e in altri prodotti tecnologici.

In particolare, un brevetto è una questione di diritti territoriali esclusivi ed è applicabile solo ai paesi in cui è stato depositato e concesso, a condizione che i Paesi coinvolti siano firmatari del Trattato di cooperazione internazionale sui brevetti, spiega Voices Against Autocracy.

Tuttavia, tali decisioni prese dai tribunali cinesi includono anche minacce di imporre multe severe alle società straniere che, in alcuni casi, possono raggiungere i 150 mila dollari al giorno, per le loro azioni legali sui brevetti.

Le imprese cinesi hanno abusato delle sue disposizioni per ottenere un vantaggio sulle altre nazioni. Questo modus operandi è venuto alla luce nel febbraio 2022, quando l’Unione Europea ha contestato l’uso da parte della Cina dei suoi tribunali per impedire ai fornitori di telecomunicazioni non cinesi di sostenere i loro brevetti.

L’Organizzazione mondiale del commercio ha ricevuto un reclamo sulla politica cinese in materia di 3G, 4G, e brevetti 5G (OMC), sempre secondo Voices against Autocracy. I titolari di brevetti sono tenuti dai tribunali cinesi a presentare le loro azioni legali solo lì.

Se il titolare del brevetto non segue le regole, rischia sanzioni severe come il sequestro dei beni aziendali e il pagamento di multe molto sostanziose. Le imprese cinesi risparmiano un sacco di soldi non pagando le royalties, ma le imprese dell’Ue e degli Stati Uniti devono invece pagare miliardi per le licenze.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI