venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCostumeIl Fentanyl uccide anche i coltivatori di papavero da oppio in Messico

Il Fentanyl uccide anche i coltivatori di papavero da oppio in Messico

Molte famiglie povere della regione messicana di Guerrero dipendono dal papavero, da cui si ottiene la gomma da oppio, usata come precursore per produrre l’eroina.

Tuttavia, l’avvento del fentanyl, un oppioide sintetico decine di volte più potente dell’eroina, sta mettendo in pericolo il sostentamento di queste famiglie, poiché il suo prezzo è molto più conveniente rispetto alla gomma da oppio.

La Prensa ci spiega come la maggior parte dell’eroina venga venduta negli Stati Uniti, dove l’uso di oppiacei sintetici, come il fentanyl, sta provocando un’epidemia di droga senza precedenti.

L’esperto Mike Vigil conferma che il fentanyl viene prodotto e venduto in gran parte dalla Cina, e prevede che i cartelli della droga saranno sempre più inclini a commerciarlo perché corrono meno rischi rispetto alla coltivazione del papavero.

Questa situazione avrà un forte impatto sul modo in cui opera il narcotraffico in entrambi i Paesi e potrebbe anche generare violenze dovute alla concorrenza tra i cartelli.

Non ci sono alternative di lavoro nella regione di Guerrero, quindi la gente continua a coltivare papaveri nonostante le difficoltà.

A Guerrero gli scontri tra gruppi criminali hanno provocato 2.318 omicidi nel 2017, il numero più alto dell’intero Paese. Non ci sono quasi altre industrie e la gente per sopravvivere continua a coltivare papaveri.

Alla fine di marzo, i residenti hanno impedito all’esercito messicano di distruggere diverse piantagioni, in quanto rappresentano la loro unica forma di sostentamento.

L’esercito ha tuttavia ha dichiarato di aver distrutto 28.751 ettari di colture di papavero nel 2017,
con un aumento di quasi il 30% rispetto al 2016.

Il fentanyl, insieme ad altri antidolorifici, ha provocato un aumento esponenziale, anche per il suo basso costo, per l’abuso di oppiacei negli Stati Uniti.

All’inizio di marzo, il governo degli Stati Uniti ha segnalato un aumento del 30% delle overdose da queste sostanze tra il 2016 e il 2017 nel Paese.

Secondo le Nazioni Unite il Messico è un punto di ingresso per il fentanyl proveniente dalla Cina.
In un rapporto del 2017, la DEA ha riconosciuto che i mercati del fentanyl e dell’eroina sono collegati.

by particle-wave

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI