venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeOpinioniIl governo dell'evasione fiscale: diecimila euro in contanti e con pochi controlli

Il governo dell’evasione fiscale: diecimila euro in contanti e con pochi controlli

Con diecimila euro una famiglia di tre persone può vivere, molto faticosamente ma vivere, almeno un anno. Anzi, più che “può” vivere, nella maggior parte dei casi ci “deve” vivere davvero, come l’Istat ormai da qualche anno ci spiega statistiche alla mano. Saltando qualche rata dell’affitto, saltando anche qualche pasto, non potendo permettere ai propri figli di fare sport, ricorrendo a mezzi di fortuna per il riscaldamento, soffrendo il caldo, magari anche bestemmiando per la rabbia di essere esclusi da una condizione accettabile di vita.

Con diecimila euro in tasca invece il nuovo/vecchio governo Meloni ci compra un’auto nuova in contanti. L’anticipo di un utilitaria, anche se è difficile pensare che uno che gira con diecimila euro in contanti nelle tasche si compri un’utilitaria. Oppure ci passa una bella serata con tre sex workers e tanta cocaina, misura necessaria per categorie non obbligate al pos. Cosa diversa è se siete poveri e i diecimila in contanti li avete giustamente rubati a un ricco stronzo, però ricordate: andare in giro con i biglietti da 500 euro è un po’ una cafonata!

Certo, se la destra sociale non si fosse dimenticata di colpo di essere sociale ricordandosi soltanto di essere di destra, con diecimila euro in contanti ci potrebbe portare a cena duecento senzatetto, magari da “Giggi il troione”, locale rustico romano dove lavorano in nero dieci immigrati, pagati cash (se dicessimo in nero verremmo accusati di razzismo per il gioco di parole) dal proprietario ben venti euro per dieci ore al giorno. Quel locale con quel nome non esiste, lo spieghiamo ai non romani, ma con la caratteristica di sputarti nel piatto se chiedi di pagare col bancomat e di sfruttare illegalmente manodopera immigrata ce ne sono molti e non soltanto a Roma. Ma col contante passa la paura.

Se hai diecimila euro in tasca, a meno che tu non li abbia rubati, guadagni decine di migliaia di euro al mese. E non ci devi pagare gli stipendi, perchè se assumessi legalmente le persone dovresti fare assegni o bonifici, servono a te per le tue spese. Magari quelle del cantiere, cemento, attrezzi, infissi, per cui compri in contanti senza registrare l’uscita dai “fratelli Raganà”, professionisti rinomati di Corleone, che vendono in contanti senza registrare le entrate.

Si può continuare all’infinito. Sta di fatto che dalla stupidità di limitare il contante a mille euro dei governi di centrosinistra si è passati alla legalizzazione dell’evasione fiscale di questo governo di destra. Questo è il punto: l’evasione fiscale. L’evasione fiscale è il cavallo di battaglia degli elettori di Meloni e Salvini. Il tentativo di annunciare più controlli fiscali lo stesso giorno in cui si annuncia di portare a diecimila euro al mese il tetto per i contanti è goffo ma indica quali sono e saranno per i prossimi anni i compagni di strada al di fuori del Parlamento di questo governo. Imprenditori disonesti, furbetti, ladri conclamati. Per tutti gli altri resta la trattenuta obbligata sullo stipendio

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI