mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeCostumeIl microcredito in Pakistan, da strumento di aiuto ad affamatore dei poveri

Il microcredito in Pakistan, da strumento di aiuto ad affamatore dei poveri

Nelle aree rurali del Pakistan, in particolare nel Punjab meridionale, nell’Inner Sindh e nel Balochistan, l’accesso al credito è limitato e i poveri spesso devono fare affidamento su creditori informali che applicano tassi di interesse elevati, il che rende loro difficile se non impossibile uscire dal ciclo di povertà.

La microfinanza dovrebbe fornire un’alternativa più economica e accessibile e proteggere il segmento povero della società dalle vulnerabilità finanziarie. Il miglior esempio di microfinanza è dato da Muhammad Yunus, premio Nobel per la pace nel 2006 per il suo lavoro nella promozione del microcredito, ovvero la pratica di fornire piccoli prestiti alle persone in Bangladesh, in particolare alle donne, che sono troppo povere per beneficiare dei tradizionali prestiti bancari . La sua campagna di microfinanza ha aiutato 2,4 milioni di persone che vivono in condizioni di povertà.

In Pakistan ci sono 11 banche di microfinanza e Khushhali Bank Limited, NRSP (National Rural Support Programme) Micro Finance Bank Limited, Sindh Microfinance Bank Limited e Tameer Micro Finance Bank Limited sono le più attive nel fornire microcredito nelle aree rurali. Il portafoglio di prestiti lordi del settore della microfinanza in Pakistan è cresciuto a 449 miliardi di PKR ($ 2 miliardi) nel giugno 2022 e i mutuatari sono cresciuti del 3,5% trimestre su trimestre a 8,4 milioni.

D’altra parte, il tasso percentuale annuo del microcredito è del 25-35%, a seconda dell’importo e della durata del prestito, che è persino superiore al profitto annuo nelle piccole imprese. I mutuatari possono sentirsi spinti a rimborsare rapidamente, anche se ciò significa assumersi un debito aggiuntivo.

Diamo un’occhiata sotto il tappeto: la resa media del grano per acro nel Punjab è di 32-35 maund. Il prezzo di supporto è fissato a PKR 3.900 per maund. Pertanto, la produzione totale per acro è di PKR 124.800. Il piccolo agricoltore deve pagare PKR 30.000 come affitto del terreno.

Contrariamente alla rendita della terra, i fertilizzanti, i semi, i pesticidi, la coltivazione e il raccolto costano più di 90.000 PKR per acro. Un agricoltore può guadagnare 30.000 PKR di profitto contro 90.000 PKR di investimento per acro, che è quasi un margine di profitto del 30%.

Il tasso medio di inflazione in Pakistan lo scorso anno è stato segnalato per essere superiore al 20%. Se calcoliamo il tasso di rendimento reale preso in considerazione dopo l’inflazione, il loro margine di profitto è solo del 10-12%. Devono pagare il 25%-30% all’anno come costo del prestito, che è del 13-15% semestrale.

Di conseguenza, guadagnano solo per pagare il costo del prestito.

Secondo l’economista Thomas Piketty, se il tasso di rendimento del capitale è costantemente superiore al tasso di crescita economica, allora si avrà una tendenza alla concentrazione della ricchezza e del reddito nelle mani di poche famiglie. Ad esempio, coloro che possiedono capitale in Pakistan possono guadagnare il 20-25%, mentre coloro che dipendono esclusivamente dal reddito da lavoro o dal profitto industriale, che è del 10-15%, non sperimentano lo stesso livello di accumulo di ricchezza, portando alla disuguaglianza.

Secondo un dialogo pubblico pubblicato dalla Lahore University of Management, il 10% più ricco delle famiglie possiede il 60% della ricchezza familiare. Di conseguenza, le disuguaglianze nelle aree rurali del Pakistan stanno aumentando drasticamente.

Allo stesso modo, ogni volta che sperimentano una scarsa resa del raccolto a causa delle condizioni meteorologiche, come il recente esempio di inondazioni nel Punjab meridionale, nel Sindh e nel Balochistan, diventa difficile coprire le loro spese e adempiere ai loro obblighi finanziari. Sono costretti a contrarre prestiti per pagare beni di prima necessità come cibo, alloggio e assistenza sanitaria e poi si ritrovano nell’impossibilità di ripagare il debito.

by Asian Development Bank
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI