venerdì, Aprile 19, 2024
HomeMondoIl Paraguay vota a destra ed elegge presidente Santiago Peña

Il Paraguay vota a destra ed elegge presidente Santiago Peña

Il risultato delle elezioni presidenziali in Paraguay ha dimostrato che il paese ha resistito alla tendenza alla sinistra che si è manifestata in altri paesi dell’America Latina negli ultimi anni. Il Partito Colorado, in carica da oltre sette decenni, ha vinto le elezioni presidenziali in Paraguay, con il suo candidato, Santiago Peña, che ha ottenuto il 50,1% dei voti. L’ex ministro delle Finanze ha sconfitto l’outsider Efraín Alegre del Partito Liberale Radicale, che ha ottenuto il 47,6% dei voti.

Il partito vincitore, ha affrontato scandali di corruzione e accuse di violazioni dei diritti umani sotto la dittatura di Alfredo Stroessner, che ha governato il Paraguay per 35 anni prima di essere deposto nel 1989.

Peña, che ha ricevuto il sostegno del presidente uscente Mario Abdo Benítez, ha promesso di continuare le politiche economiche del suo predecessore e di rafforzare la sicurezza del paese. Tuttavia, Alegre ha contestato l’esito delle elezioni, affermando che ci sono state irregolarità durante il conteggio dei voti.

Alegre ha ammesso la sconfitta e ha affermato che la sua coalizione continuerà a lavorare per la democrazia e per i diritti dei cittadini paraguaiani. Ha anche espresso preoccupazione per alcune irregolarità nel processo elettorale, tra cui l’acquisto di voti e la manipolazione dei risultati.

Le elezioni si sono svolte in un clima di tensione, con accuse di corruzione che hanno coinvolto il presidente uscente Mario Abdo Benítez e il suo vicepresidente. Tuttavia, i problemi politici non sembrano aver influenzato in modo significativo il risultato delle elezioni.

Gli osservatori internazionali hanno descritto le elezioni come libere e trasparenti, ma hanno anche notato alcune preoccupazioni, tra cui la concentrazione di potere dei media nelle mani dei sostenitori del Partito Colorado.

Le elezioni in Paraguay si sono svolte in un momento di incertezza politica e sociale, con proteste contro l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e delle tariffe dell’energia elettrica. Il paese è stato anche colpito dall’epidemia di Covid-19 e dalla recessione economica globale.

Negli ultimi anni, molti paesi della regione hanno visto l’ascesa di governi di sinistra, ma il Paraguay sembra essere rimasto fedele ai suoi valori conservatori. Tuttavia, la situazione politica nella regione rimane instabile e sarà interessante vedere come si evolverà nei prossimi mesi e anni.

Santiago Peña

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI