mercoledì, Settembre 28, 2022
HomeMondoIn Burkina Faso 35 persone uccise dai jihadisti

In Burkina Faso 35 persone uccise dai jihadisti

Il Burkina Faso è ancora tormentato dalla violenza. Almeno 35 civili sono stati uccisi e altri 37 feriti ieri, con un ordigno artigianale esploso mentre un convoglio di rifornimenti passava attraverso il nord del Paese. Un nuovo attacco mortale in questo Paese regolarmente colpito dalla violenza jihadista .

“Uno dei veicoli che trasportavano civili nel suddetto convoglio è esploso al contatto con un ordigno esplosivo improvvisato”, ha dichiarato il governatore della regione del Sahel , il tenente colonnello Rodolphe Sorgho, specificando che tutte le vittime sono civili. Questi convogli, scortati dall’esercito, riforniscono le città del nord soggette al blocco dei gruppi jihadisti.

Il convoglio, diverse dozzine di veicoli tra cui camion e autobus del trasporto pubblico, stava lasciando il nord del Paese per recarsi nella capitale Ouagadougou. Le vittime sono principalmente commercianti che avrebbero fatto provviste a Ouagadougou e studenti che sarebbero tornati nella capitale per il prossimo anno scolastico, oltre agli autisti dei veicoli.

All’inizio di agosto, quindici soldati sono stati uccisi sullo stesso asse Djibo-Bourzanga in un doppio attacco improvvisato di ordigni esplosivi. Nelle ultime settimane, gruppi jihadisti hanno usato la dinamite per distruggere luoghi situati sugli assi principali che portano alle due grandi città del Burkina settentrionale, Dori e Djibo, nel tentativo di isolarle.

Domenica sera, in un discorso alla Nazione pronunciato dalla città del nord est di Dori, il presidente Paul-Henri Sandaogo Damiba aveva parlato di una relativa calma in diverse località, affermando di aver intensificato le azioni offensive dell’esercito e avviato un dialogo con alcuni gruppi armati, attraverso leader religiosi e consuetudinari.

Dall’anno scorso, il Burkina è diventato l’epicentro della violenza nel Sahel, con attacchi più mortali che in Mali o Niger nel 2021, secondo l’Ong Acled. Più del 40% del territorio del Paese è fuori dal controllo statale, secondo i dati ufficiali.

by Bundesheer.Fotos
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI