mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeMondoIn Indonesia il piano di distribuzione dei pasti gratuiti allarma i mercati

In Indonesia il piano di distribuzione dei pasti gratuiti allarma i mercati

Il presidente eletto dell’Indonesia, Prabowo Subianto, ha proposto di introdurre un programma di pasti gratuiti per gli studenti, una mossa che, accompagnata dalla sua promessa di adottare una politica di spesa “audace”, ha suscitato preoccupazioni riguardo al debito pubblico e alle oscillazioni del mercato valutario indonesiano.

Prabowo e il suo team stanno cercando di allontanare qualsiasi idea di irresponsabilità finanziaria, assicurando agli investitori che il nuovo governo rispetterà i limiti di legge sul debito, mantenendo il deficit di bilancio sotto il 3% del PIL.

Tuttavia, per un mercato che si è abituato alla stabilità finanziaria sotto l’attuale Ministro delle Finanze, Sri Mulyani Indrawati, l’idea di una spesa pubblica elevata è motivo di ansia.

Recentemente, i rendimenti obbligazionari sono saliti e la rupia ha perso valore, sebbene quest’ultimo fenomeno sia in gran parte attribuibile alla forza del dollaro statunitense.

Jenny Zeng, responsabile degli investimenti per il reddito fisso APAC presso Allianz Global Investors, ha sottolineato che, sebbene al momento le preoccupazioni possano sembrare esagerate, esiste un rischio fiscale crescente che potrebbe portare i mercati a richiedere rendimenti più elevati sui titoli di Stato indonesiani. Inoltre, l’incertezza su chi sostituirà Sri Mulyani aggiunge un ulteriore elemento di rischio.

Alcuni investitori, come un banchiere di un istituto di credito cinese operante in Indonesia, hanno reagito riducendo l’esposizione ai titoli indonesiani e spostando parte del loro portafoglio verso strumenti a basso rendimento come i titoli a breve termine emessi da Bank Indonesia.

Prabowo, che ha vinto le elezioni di febbraio ma assumerà ufficialmente la carica solo a ottobre, prevede che il suo programma di pasti gratuiti costerà 71 trilioni di rupie (circa 4,35 miliardi di dollari) nel 2025, una cifra che normalmente non causerebbe allarme.

“Prabowo Subianto portrait” by Maks Stirlitz is licensed under CC BY-SA 3.0.

Sotto l’amministrazione del presidente Jokowi, l’Indonesia ha migliorato le proprie finanze, ottenendo un bilancio in surplus e portando i suoi titoli a una classificazione investment grade.

Nonostante alcuni investitori vedano potenzialità nell’aumento della spesa pubblica per raggiungere l’obiettivo di crescita economica dell’8%, c’è preoccupazione su come Prabowo intenda finanziare i suoi programmi senza compromettere gli attuali sussidi e investimenti.

Clifford Lau, gestore di portafoglio presso William Blair, ha espresso dubbi sulla stabilità futura, pur continuando a investire nel paese, ma con maggiore cautela rispetto al passato. Gli investimenti stranieri in titoli di Stato indonesiani e nel mercato azionario si sono ridotti, con prelievi significativi registrati fino a giugno di quest’anno.

La rupia ha raggiunto i minimi degli ultimi quattro anni rispetto al dollaro, con una perdita di oltre il 5% quest’anno, in linea con il calo generalizzato delle valute dei mercati emergenti. Investitori alla ricerca di rendimenti più elevati hanno spostato l’attenzione sull’India, le cui obbligazioni sono state recentemente incluse nell’indice globale di JP Morgan.

A seguito delle vendite, i rendimenti dei titoli di Stato indonesiani a 10 anni sono aumentati di 35 punti base dalla fine di maggio, arrivando al 7,05%. Alcuni investitori, tuttavia, concedono a Prabowo il beneficio del dubbio, apprezzando i suoi piani per aumentare le entrate fiscali e mantenere il deficit sotto il 2,8% del PIL, leggermente superiore all’obiettivo del 2,3% di quest’anno.

Jerome Tay, investment manager di abrdn, ha sottolineato che la proposta di Prabowo non riguarda solo l’aumento della spesa, ma anche il miglioramento delle entrate fiscali, motivo per cui mantiene una posizione positiva sui titoli di stato indonesiani a medio termine.

Nonostante la riduzione delle partecipazioni estere, che rappresentano ora solo il 14% dei titoli di Stato indonesiani, il paese resta attrattivo per gli investitori grazie al rendimento elevato delle sue obbligazioni.

Infine, le aspettative di un possibile taglio dei tassi da parte della Federal Reserve offrono qualche speranza per gli investitori in rupie e obbligazioni indonesiane. Tuttavia, permangono rischi significativi, in particolare riguardo alle ingenti scadenze del debito previste per il 2025, che ammontano a circa 800 trilioni di rupie, quasi il doppio di quest’anno. Tuttavia, Sri Mulyani ha rassicurato che il rifinanziamento non sarà un problema, a patto che il governo mantenga la fiducia del mercato.

“Gambling_Bali” by Jeda Villa Bali is licensed under CC BY 2.0.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI