venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeMondoLa battaglia di Nora Thornton in Arizona per poter dare da mangiare...

La battaglia di Nora Thornton in Arizona per poter dare da mangiare ai poveri

Aveva appena finito di servire il pasto a una trentina di persone, quando sono arrivati due agenti di polizia e l’hanno arrestata. Nora Thornton, 78 anni, nel marzo scorso è finita in manette a Bullhead City, Arizona, per aver servito cibo in un parco a persone in difficoltà finanziaria.

Nora Thornton adesso ha fatto causa all’amministrazione cittadina per l’arresto illegittimo. Un’ordinanza della città vieta che le persone servano cibo preparato nei parchi pubblici per “scopi di beneficenza”, ma secondo l’Institute for Justice, un procuratore della città avrebbe già chiarito che le persone possono condividere liberamente il cibo nei parchi pubblici per eventi o feste sociali e non è richiesto alcun permesso per questo.

Gli sceriffi della città, i “Locatelli” locali, sostengono invece che l’ordinanza si riferisce a fastidi pubblici come dover ripulire i rifiuti lasciati dalla condivisione del cibo. Ma l’arresto è avvenuto prima della fine dell’iniziativa e quindi è stato pretestuoso.

“Abbiamo sempre tenuto il parco pulito in modo che i posti fossero sempre puliti rispetto a quando siamo arrivati”, ha detto Thornton. “Nessuno si è accampato nel parco o ha vissuto nel parco.”

Dopo il suo arresto Thornton è stata citata in giudizio penale, dove ha ricevuto l’ordine di non tornare al parco per nutrire le persone altrimenti sarebbe finita in prigione. La donna ha dichiarato di aver rifiutato un patteggiamento, aver subito la minaccia di 4 mesi di carcere e 24 mesi di libertà vigilata e oltre 1.400 dollari tra multe e tasse.

“La città di Bullhead ha reso un crimine nutrire i bisognosi”, ha detto Thornton all’Institute for Justice. “Almeno con la beneficenza alcune persone hanno abbastanza cibo per sopravvivere, e non riesco nemmeno a immaginare di vivere in questo paese e di avere fame per sentirmi dire che non si possono sfamare gli affamati, indipendentemente dalle circostanze”.

Thornton ha intentato una causa contro Bullhead City in ottobre per aver violato i diritti civili. Ha chiesto a un tribunale di annullare l’ordinanza della città contro la condivisione di cibo di beneficenza, sostenendo che il suo diritto costituzionale d’impegnarsi in atti di beneficenza è stato violato.

Sebbene ci siano tre luoghi di distribuzione di cibo in città, sono in luoghi difficili da raggiungere senza macchina, con una quantità limitata di cibo preconfezionato e orari di apertura limitati.

“La maggior parte del cibo disponibile nelle tre dispense alimentari, compresi cibi come fagioli secchi e carni crude, non può essere consumato se non cotto. Non tutti i membri poveri della comunità hanno accesso a una cucina o a forniture per cucinare”.

Nora Thornton è cresciuta in povertà e ha continuato a vivere in difficoltà dopo la morte di suo marito, mentre cresceva cinque figli da sola. E’ sopravvissuta, tiene a far sapere, grazie alla generosità delle persone. Adesso vuole restituire la generosità che ha ricevuto. Attualmente sta dando da mangiare ai bisognosi in una stradina privata sempre a Bullhead City.

La cittadina con 40 mila abitanti circa vede il 17% della popolazione vivere al di sotto della soglia di povertà, secondo dati recenti dell’US Census Bureau.

Bullhead City by Stan Shebs
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI