giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeCulturaLa povertà mestruale causa gravi rischi per la salute delle donne

La povertà mestruale causa gravi rischi per la salute delle donne

La ricerca condotta da ActionAid, un’importante ONG, ha evidenziato una grave minaccia per la salute delle donne: la povertà mestruale. Le difficoltà finanziarie costringono molte donne a utilizzare gli assorbenti interni per un periodo più lungo del consigliato.

Lo studio, basato su interviste a 2.060 adulte, ha rivelato che circa il 40% di quante hanno avuto problemi a permettersi prodotti mestruali nell’ultimo anno ha lasciato gli assorbenti o gli assorbenti interni più a lungo del dovuto. Inoltre, l’8% di coloro che si trovavano in difficoltà finanziarie ha persino riutilizzato gli assorbenti usa e getta.

Mantenere gli assorbenti interni per un periodo di tempo superiore a quello raccomandato aumenta il rischio di sviluppare una rara condizione chiamata sindrome da shock tossico, che può essere scatenata dall’uso prolungato di un tampone. Sebbene la sindrome causi un numero molto limitato di decessi ogni anno, può portare a problemi di salute gravi, cronici e irreversibili, inclusa l’amputazione degli arti.

Lo studio ha rilevato che il numero di donne che lottano per permettersi prodotti mestruali nel Regno Unito è quasi raddoppiato nell’ultimo anno, passando dal 12% al 21%. Le donne si trovano costrette a scegliere tra acquistare prodotti mestruali e acquistare cibo, con il 60% di coloro che hanno avuto difficoltà a permettersi tali prodotti che devono dare la priorità al cibo e quasi la metà costretta a dare la priorità alle spese per il gas o l’elettricità.

Tasha Burgess, di ActionAid UK, ha sottolineato l’importanza dell’accesso a prodotti mestruali e a spazi sicuri e igienici per utilizzarli, senza dover provare vergogna o subire stigmatizzazioni. Tuttavia, questa realtà non è ancora garantita per milioni di donne e ragazze in tutto il mondo.

Burgess ha evidenziato una tendenza preoccupante: la povertà mestruale continua ad incidere negativamente sulla vita di donne e ragazze, portandole a adottare metodi pericolosi per la gestione delle mestruazioni.

La ricerca ha anche rivelato che circa il 40% delle intervistate nel Regno Unito ha evitato l’esercizio fisico o lo sport a causa del ciclo mestruale, mentre il 14% ha evitato o perso il lavoro in ufficio per lo stesso motivo. Un terzo di quante hanno saltato le attività a causa del ciclo mestruale lo ha fatto perché non si sentivano a proprio agio con l’uniforme o l’abbigliamento richiesto, mentre il 7% ha dichiarato di non potersi permettere di utilizzare il proprio prodotto mestruale preferito.

Inoltre, circa il 22% delle giovani ha riferito di sentirsi imbarazzata durante il ciclo mestruale, un aumento significativo rispetto all’8% dell’anno precedente. Tasha Burgess ha sottolineato che la mancanza di accesso ai prodotti mestruali e le difficoltà finanziarie possono avere un impatto negativo sull’istruzione delle ragazze, portandole ad assentarsi dalla scuola.

La povertà mestruale rappresenta dunque una grave minaccia per la salute e il benessere delle donne, poiché molte di loro sono costrette a fare scelte difficili tra acquistare prodotti mestruali e soddisfare altre necessità fondamentali. Questo fenomeno comporta il rischio di problemi di salute e l’adozione di metodi pericolosi di gestione delle mestruazioni. È fondamentale garantire l’accesso ai prodotti mestruali, nonché spazi sicuri e privi di stigma, affinché tutte le persone che hanno le mestruazioni possano vivere il loro ciclo in modo dignitoso e senza compromettere la propria salute.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI