domenica, Giugno 16, 2024
HomeMondoLajamanu, una comunità rimasta senza scorte di cibo

Lajamanu, una comunità rimasta senza scorte di cibo

Lajamanu ospita circa 800 abitanti e, come molte comunità remote in Australia, è servita da un solo negozio che vende di tutto, dai generi alimentari ai pannolini e alle lavatrici.

La comunità indigena di Lajamanu, situata nel Territorio del Nord, fu creata dal governo australiano nel 1949. Persone già sfollate dalle loro terre tradizionali vennero trasferite lì da una comunità a circa 350 miglia di distanza a causa di sovraffollamento e scarsità d’acqua.

Adesso questa remota comunità è a corto di cibo dopo che un’alluvione ha trasformato un tratto cruciale di strada in una “zona di fango paludoso” che ha fermato i camion sul loro cammino.

Lajamanu è stata una delle cinque comunità a ovest di Katherine colpite da forti piogge la scorsa settimana mentre una bassa temperatura tropicale ha spazzato il territorio.

Martedì scorso l’autorità di polizia locale ha detto che erano in corso piani di emergenza per portare forniture di cibo a Lajamanu, che era stata isolata per un periodo più lungo del solito durante la stagione delle piogge.

Giovedì pomeriggio la comunità ha ricevuto una tonnellata di cibo e beni di prima necessità via aereo, ma l’amministratore delegato della Arnhem Land Progress Aboriginal Corporation (ALPA), Alastair King, ha affermato che, sebbene sia grato per la consegna del cibo, non è sufficiente a ricostituire adeguatamente le scorte.

“Abbiamo bisogno di 30 tonnellate per tornare a livelli di scorte affidabili”, ha affermato. “La gente diventa ansiosa quando vede che il pane sta finendo, quando il pollo scarseggia, quando la carne scarseggia. “Voglio dire, questi sono i prodotti di base a cui tutti si aspettano di poter accedere tutti i giorni della settimana.”

Il viaggio di sei ore da Katherine a Lajamanu comporta un tratto di 100 chilometri di strada non asfaltata, spesso in cattive condizioni. In una dichiarazione, un portavoce del centro operativo di emergenza ha affermato che è responsabilità dei negozi della comunità essere preparati ogni stagione delle piogge.

“Si prevede che ogni negozio comunitario nel Territorio del Nord sia preparato per la stagione delle piogge garantendo che siano disponibili scorte sufficienti di beni critici per i membri della comunità e gli animali domestici durante qualsiasi emergenza”, ha detto il portavoce.

“La comunità Lajamanu è un negozio ALPA e lavoriamo con ALPA per consentire l’accesso ove possibile per garantire che il negozio sia rifornito.” Il portavoce ha anche detto che la strada era aperta ai veicoli a quattro ruote motrici con altezza elevata.

Il negozio di alimentari della città ha raddoppiato i suoi livelli di scorte da tre settimane a sei settimane con l’avvicinarsi della stagione delle piogge, che di solito era sufficiente per sopravvivere. La stagione delle piogge di quest’anno è stata però molto più intensa rispetto agli anni precedenti.

Molte regioni hanno già superato la media delle precipitazioni durante la stagione delle piogge , con inondazioni e danni stradali che causano continui grattacapi a molte comunità. Includono il vicino Timber Creek, che è stato devastato dall’ex ciclone tropicale Ellie all’inizio di quest’anno, così come Daguragu, Pigeon Hole e Kalkarindji, dove circa 500 persone sono state evacuate la scorsa settimana.

“Non riceviamo camion regolari da Natale”, ha detto King. “Quando la strada è a posto, facciamo arrivare quanti più camion possibile, ma poi piove di nuovo e non riusciamo a far arrivare i camion per un altro paio di settimane e poi le scorte diminuiscono.”

Il negozio Lajamanu dell’Alpa ha speso quasi 100 mila dollari per utilizzare l’aereo per approvvigionarsi, ma adesso i fondi sono esauriti. L’unica speranza adesso è che le strade si asciughino per ripristinare l’alimentazione normale dlla popolazione.  

Photo by Ludo Kuipers by https://www.ozoutback.com.au/Australia/lajamanu/slides/1978070401.html
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI