venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeCulturaL'influenza della povertà sullo sviluppo cognitivo. Uno studio dagli Usa

L’influenza della povertà sullo sviluppo cognitivo. Uno studio dagli Usa

Quando le persone parlano di povertà negli Stati Uniti, la maggior parte parla di reddito. Ma il reddito è solo metà della storia secondo Christina Gibson-Davis, professoressa di politiche pubbliche e sociologia alla Duke’s Sanford School of Public Policy e affiliata del Center for Child and Family Policy.

L’altra metà dell’equazione finanziaria è la ricchezza della famiglia: il valore di beni come i risparmi e le proprietà meno il debito.

Gibson-Davis fa parte di un gruppo di ricerca che si propone di scoprire in che modo i bambini sono colpiti dalla povertà del patrimonio netto, definita come avere una ricchezza inferiore a un quarto della soglia di povertà federale, uno standard stabilito dal reddito. Nel 2022, ad esempio, la soglia di povertà federale per una famiglia di quattro persone che vive nei 48 stati contigui è di 27.750 dollari.

Il team ha esaminato le informazioni sulla ricchezza e sul reddito, nonché i dati cognitivi e comportamentali, di bambini di età compresa tra 3 e 17 anni. I dati sono stati raccolti dal 2002 al 2019 dal Panel Study of Income Dynamics.

La loro analisi ha indicato che la povertà del patrimonio netto sia collegata a punteggi cognitivi più bassi e all’aumento dei punteggi dei problemi e del comportamento nei bambini. La nuova ricerca è apparsa ieri su Socius: Sociological Research for a Dynamic World.

“Pochissime famiglie sono solo povere di reddito”, dice Gibson-Davis. “La maggior parte dei genitori poveri sperimenta la povertà del patrimonio netto. Dovremmo pensare a politiche incentrate sulla creazione di ricchezza”.

Interventi come il credito d’imposta sul reddito da lavoro si concentrano sull’aumento del flusso di cassa alle famiglie. Ma ciò ha un’efficacia limitata se una famiglia non ha un cuscinetto economico. Costruire la sicurezza finanziaria attraverso la ricchezza può aiutare le famiglie a superare periodi finanziari difficili.

I loro risultati suggeriscono che le politiche che riguardano sia il reddito che la ricchezza potrebbero avere un impatto maggiore per i bambini, come la distribuzione di “baby bond” da applicare all’istruzione futura di un bambino.

Risarcire il danno è un altro modo d’intevenire. In precedenza, lo stesso gruppo di ricerca ha esaminato chi vive la povertà del patrimonio netto e ha scoperto che le famiglie nere con bambini hanno maggiori probabilità rispetto alle famiglie bianche con bambini di avere la povertà del patrimonio netto.

I genitori che hanno un patrimonio netto povero possono essere limitati negli investimenti che possono fare nei loro figli, aggiunge Gibson-Davis, che include tutto, dall’alloggio, alla scuola, ai coetanei sociali e allo spazio verde.

“La ricchezza è davvero fondamentale per il benessere di un bambino”, afferma Gibson-Davis. “Influisce sulle visioni dei bambini del loro futuro e su ciò che pensano sia possibile”.

by rossodibolgheri
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI