domenica, Aprile 14, 2024
HomeCostumeLos Angeles sperimenta i taxi senza guidatore. Timori per la sicurezza

Los Angeles sperimenta i taxi senza guidatore. Timori per la sicurezza

Guidare a Los Angeles non è un’impresa semplice e richiede nervi saldi. In una città dove la vita senza automobile sembra impensabile per molti, gli automobilisti affrontano quotidianamente sfide come ingorghi, incidenti, cantieri stradali, episodi di ira sulle strade e noia.

Al forte senso di individualismo che ispira i cittadini della metropoli si aggiunge la fretta dovuta allo stress per arrivare puntuali agli appuntamenti di lavoro, una situazione che porta a molti incidenti e a uno spirito per niente collaborativo tra i guidatori: continuo uso del clacson, accelerazioni brusche e manovre azzardate sono il pane quotidiano. Con relativi incidenti.

Recentemente, a Los Angeles si è aggiunto un nuovo tipo di conducente: calmo, metodico, rispettoso delle regole e, in realtà, inesistente. Waymo ha introdotto una flotta di taxi autonomi, già operativa a San Francisco e Phoenix, che ora trasporta passeggeri in una limitata area della contea di Los Angeles.

Questi SUV Jaguar bianchi, riconoscibili per le loro cupole nere piene di sensori, offrono corse gratuite a un numero ristretto di tester, con piani per un servizio a pagamento competitivo con Uber e Lyft.

Proprietà di Alphabet, Waymo promuove i suoi veicoli autonomi come “i conducenti più qualificati al mondo”. Circa 50.000 persone sono in lista d’attesa per provare il servizio a Los Angeles, attratti dalla tecnologia o dall’idea di evitare conversazioni forzate e mancie.

Tuttavia, l’arrivo di Waymo non è stato accolto positivamente da tutti. Alcuni leader civici hanno espresso preoccupazioni sulla sicurezza, mentre i sindacati temono ripercussioni sui posti di lavoro in un settore già affollato. Inoltre, molti residenti esitano a fidarsi di un veicolo senza conducente.

Foto di prvideotv da Pixabay

Inizialmente, la presenza di Waymo sarà discreta, con meno di 50 veicoli che serviranno un’area di circa 63 miglia quadrate, evitando l’aeroporto e le autostrade.

Waymo è consapevole di queste limitazioni ma mira a un’espansione cauta, fornendo al contempo un servizio utile a chi vive nelle aree coperte. Chris Ludwick, direttore del prodotto di Waymo, sottolinea che l’azienda pone grande attenzione alla sicurezza.

Il sindaco di Los Angeles, Karen Bass, ha chiesto ulteriori test per i veicoli autonomi e maggiore autorità locale sulla loro regolamentazione, citando incidenti a San Francisco.

Nonostante le opposizioni, molti sostengono l’espansione di Waymo a Los Angeles, inclusi gruppi per i diritti dei disabili che vedono nei taxi autonomi un’opportunità di maggiore indipendenza.

Waymo prevede di espandersi anche in altre aree, nonostante le preoccupazioni dei sindacati e la cautela di alcuni residenti che dubitano della sicurezza e dell’efficacia di questi veicoli in una città con un alto tasso di incidenti stradali.

In questo contesto di entusiasmo tecnologico e preoccupazioni pratiche, Los Angeles sperimenta l’avvento di una nuova era nella mobilità urbana, con tutti i suoi potenziali benefici e sfide.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI