martedì, Aprile 16, 2024
HomeCostumeMettere i poveri contro i poveri: in Francia sfrattati i migranti per...

Mettere i poveri contro i poveri: in Francia sfrattati i migranti per far posto ai senzatetto

Nella zona di Montgermont, vicino a Rennes (Ille-et-Vilaine), molte famiglie migranti sono state costrette a lasciare un hotel sociale per fare spazio ai senzatetto provenienti dall’Ile-de-France.

Le forze di polizia sono intervenute per evacuare l’hotel Montgermont martedì 16 maggio, termine stabilito dalla prefettura, secondo quanto riferito dalle associazioni locali. La notizia è stata resa nota soltanto oggi grazie all’agenzia France-Presse

Secondo le organizzazioni specializzate nell’alloggio di emergenza, i migranti espulsi saranno accolti in una “zona di accoglienza temporanea”. Le associazioni hanno criticato la fretta e l’insensibilità con cui è stata effettuata questa ricollocazione, a causa delle pressioni delle autorità pubbliche, a discapito dei migranti stessi.

Alcuni migranti sono stati trasferiti in altri dipartimenti della Bretagna, nonostante la presenza di malati, genitori con figli a scuola o persone che lavorano nella regione di Rennes. “Abbiamo dovuto far uscire queste persone in due settimane per fare spazio ad altre persone provenienti da Parigi. Siamo disgustati da come è andato tutto”, ha dichiarato un volontario, chiedendo di rimanere anonimo.

Ad esempio, alcuni migranti sono stati temporaneamente sistemati nella regione del Finistère, ma successivamente sono stati rimandati per strada. “Queste persone sono quindi tornate a Rennes e non abbiamo il diritto di rimandarle indietro”, ha affermato il volontario.

“Siamo indignati dal fatto che una signora anziana gravemente malata e sua figlia adulta stiano attualmente dormendo in una tenda a Rennes, nonostante fossero ancora nell’hotel la scorsa settimana”.

In vista delle Olimpiadi, il governo intende incoraggiare migliaia di senzatetto, principalmente migranti, a lasciare volontariamente la regione parigina per trasferirsi in altre regioni, sostenendo che il numero di hotel disponibili per accoglierli sta diminuendo.

La prefettura di Ille-et-Vilaine non ha ancora fornito alcuna risposta, nonostante sia stata più volte sollecitata dai giornalisti a chiarire i motivi del suo comportamento.

by Jeanne Menjoulet
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI