giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeMondoNegli Usa 109 mila persone sono morte per overdose nel 2022. Fentanyl...

Negli Usa 109 mila persone sono morte per overdose nel 2022. Fentanyl e xilazina le droghe più diffuse

I dati rilasciati la scorsa settimana dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) indicano che più di 109.000 cittadini americani hanno perso la vita a causa di overdose di droga nel periodo di 12 mesi conclusosi a gennaio 2023.

Questo dato rappresenta un lieve aumento rispetto al 2021. Nonostante gli sforzi compiuti dall’amministrazione di Biden per affrontare il problema della tossicodipendenza e delle overdose, le cifre mostrano un incremento dello 0,7% rispetto alle 108.825 overdose registrate nel periodo di 12 mesi conclusosi a gennaio 2022.

Nel mese di maggio, la Casa Bianca ha applicato sanzioni a 17 individui ed entità con sede in Cina e Messico, responsabili della produzione di pillole contraffatte contenenti fentanyl, che hanno contribuito alla crisi degli oppioidi negli Stati Uniti.

Nel 2021, a causa della pandemia di COVID-19, che ha interrotto i servizi sanitari e ha aumentato i problemi di salute mentale, il numero di decessi per overdose di droga ha superato per la prima volta la soglia dei 100.000 negli Stati Uniti. Questo fenomeno è stato aggravato dalla diffusa disponibilità di farmaci letali, come il fentanyl, che è 50 volte più potente dell’eroina e spesso viene miscelato ad altre sostanze illegali.

Tom Britton, CEO di American Addiction Centers, ha osservato che durante la pandemia si è verificato un drastico aumento dei disturbi mentali, della depressione e dell’ansia, e le persone hanno iniziato a fare un uso sempre più frequente delle sostanze stupefacenti, come riportato da Reuters.

Tra gennaio 2021 e gennaio 2022, il numero di decessi per overdose di droga negli Stati Uniti è aumentato del 13,7%, rispetto al 31,4% registrato nei 12 mesi precedenti al picco della pandemia di COVID-19.

È importante notare che l’epidemia di overdose aveva avuto inizio prima dell’arrivo della pandemia di COVID-19 ed era dovuta all’abuso di antidolorifici oppioidi e di droghe illegali, come l’eroina.

Stacey McKenna, membro anziano dell’R Street Institute, un think tank indipendente con sede a Washington, DC, ha spiegato che la repressione del fentanyl e di altre sostanze stupefacenti potrebbe avere l’effetto opposto a quello desiderato. Secondo McKenna, “c’è questa rigida legge di proibizione secondo la quale, più si reprime l’offerta, più è probabile ottenere un’offerta più potente o più pericolosa”, come riportato da Reuters.

Le overdose di droga hanno contribuito a ridurre l’aspettativa di vita negli Stati Uniti e sono una delle principali cause di morte della nazione. Altri farmaci che possono essere miscelati con il fentanil, come la xilazina tranquillante per animali a basso costo e che crea dipendenza, hanno aumentato i pericoli dell’uso di oppioidi.

Dagli anni ’70, il numero di decessi per overdose di droga è aumentato ogni anno, ad eccezione del 2018. I forti aumenti nel 2020 e nel 2021 “sono stati guidati per la maggior parte dai grandi cambiamenti nella disponibilità di fentanyl in così tante parti del paese, ” ha affermato il dottor Wilson M. Compton, vicedirettore del National Institute on Drug Abuse, che fa parte del National Institutes of Health.

by particle-wave
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI