mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeMondoNon solo banche: un quinto degli svizzeri in difficoltà per le spese...

Non solo banche: un quinto degli svizzeri in difficoltà per le spese impreviste

Secondo un’indagine condotta dall’Ufficio federale di statistica svizzero, circa un quinto degli svizzeri non riesce a far fronte alle spese impreviste. Questo dato smentisce l’idea che la Svizzera sia una nazione esclusivamente ricca, poiché anche qui la povertà rappresenta un problema reale e diffuso.

Il rapporto evidenzia come il 19% degli svizzeri non sarebbe in grado di affrontare una spesa imprevista di circa 2’500 franchi svizzeri, ovvero circa 2’300 euro, senza ricorrere a un prestito o senza vendere beni di valore. Inoltre, il 5% degli svizzeri avrebbe difficoltà ad arrivare alla fine del mese con il proprio stipendio.

In Svizzera, come in molti altri paesi, la povertà è spesso nascosta. Infatti, il reddito medio in Svizzera è tra i più alti al mondo, ma ci sono ancora molte persone che lottano per arrivare a fine mese. Secondo le stime, il 7,5% della popolazione svizzera vive in povertà, ovvero non riesce ad avere un tenore di vita adeguato a causa del basso reddito. Inoltre, la povertà colpisce in modo particolare le famiglie monoparentali, gli immigrati e le persone disabili.

Fanno parte delle categorie maggiormente colpite dalla povertà chi vive in economie domestiche monoparentali (tasso al 19,3%), gli stranieri provenienti dall’Europa dell’est o da Paesi extraeuropei (17,5%), nonché le persone senza attività professionale (14,4%) e quelle senza formazione postobbligatoria (12,1%). Tra gli occupati, la quota ammonta al 3,7% (133 mila individui).

La povertà in Svizzera può manifestarsi in molti modi, ad esempio attraverso la difficoltà di accedere a cure mediche adeguate, all’istruzione o a un alloggio dignitoso. Anche il lavoro precario e i salari bassi rappresentano un fattore di rischio per la povertà.

La povertà colpisce in modo non proporzionato i gruppi vulnerabili, come i bambini, i giovani adulti, gli anziani e le persone con disabilità. Ad esempio, nel 2019, il tasso di povertà per i bambini sotto i 18 anni era del 9,3%, rispetto al 7,5% della popolazione generale. Inoltre, il 17,7% delle persone con disabilità viveva in povertà nel 2019.

La pandemia da covid ha ulteriormente aggravato la situazione, con molti svizzeri che hanno perso il lavoro o subito una riduzione del reddito. Nel 2020, il governo svizzero ha introdotto il sostegno per la disoccupazione parziale e altre misure di sostegno economico per aiutare le persone a far fronte alla crisi.

I cittadini colpiti da deprivazione materiale partecipano ad attività associative meno della metà delle volte rispetto agli altri, il che rappresenta una forma di isolamento. La percentuale di chi si trova in questa condizione – il 5,6% – è una delle più basse d’Europa (media Ue: 13,2%). Inoltre, l’8,8% ha almeno un pagamento in arretrato, tasso che sale al 14,6% se si prendono in considerazione anche imposte e premi dell’assicurazione malattia.

Per contrastare la povertà in Svizzera, esistono diverse politiche sociali e programmi di aiuto. Ad esempio, il governo svizzero fornisce un sostegno finanziario alle famiglie con bambini e alle persone in difficoltà economica, mentre alcune organizzazioni non governative offrono servizi di assistenza e supporto.

Nonostante l’immagine di paese ricco e prospero, anche la Svizzera si trova ad affrontare la questione della povertà. Il paese ha un sistema di protezione sociale molto sviluppato, con sussidi statali, programmi di formazione e riqualificazione professionale e servizi di consulenza.

Tuttavia, nonostante queste misure, c’è ancora troppo poco impegno da parte del governo e della società svizzera per aiutare le persone che vivono in povertà. Ci sono problemi strutturali che rendono difficile uscire dalla povertà, come l’accesso al mercato del lavoro, l’alto costo della vita e l’esclusione sociale.

Inoltre, alcuni esperti sostengono che esiste una mancanza di solidarietà sociale in Svizzera, soprattutto nei confronti degli stranieri e delle minoranze. Questa mancanza di solidarietà può rendere difficile per le persone che vivono in povertà sentirsi parte della società svizzera e avere accesso alle risorse e alle opportunità che sono a disposizione degli altri cittadini.

by Ank Kumar

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI