mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeCostumeOltre cinquemila turisti tedeschi bloccati in Egitto, fallito il gruppo FTI

Oltre cinquemila turisti tedeschi bloccati in Egitto, fallito il gruppo FTI

Una situazione bizzarra e senza precedenti ha lasciato migliaia di turisti bloccati in Egitto dopo che la compagnia europea che li aveva inviati lì ha dichiarato bancarotta.

Il fallimento del gruppo tedesco di viaggi e turismo FTI ha gettato nello scompiglio gli itinerari e i pagamenti di 11.000 turisti in Egitto.

Il ministro del Turismo e delle Antichità Ahmed Issa ha incontrato gli ambasciatori tedesco e austriaco per affrontare la crisi e garantire che i turisti ricevano i servizi per cui hanno pagato.

Gli incontri miravano a valutare la situazione dei turisti attualmente in Egitto con i pacchetti del Gruppo FTI, a garantire che ricevano i servizi promessi e a risolvere i pagamenti in sospeso verso gli hotel e le aziende turistiche egiziane

l Ministero del Turismo e delle Antichità è stato in stretta comunicazione con la Federazione egiziana del turismo ed è stato informato dall’ambasciatore tedesco che il Gruppo FTI aveva un’assicurazione in caso di insolvenza, salvaguardando le quote delle strutture ricettive egiziane.

Sono state inoltre esaminate le misure adottate dal Ministero per far fronte all’attuale situazione al riguardo, compresa la continua comunicazione con la Federazione egiziana delle camere turistiche, e fornendo i dettagli della lettera ufficiale inviata dall’ambasciatore tedesco al Cairo al Ministero .

Ha confermato che FTI ha fornito un’assicurazione contro l’insolvenza attraverso il Fondo tedesco di assicurazione di viaggio, che garantisce che tutti i costi degli stabilimenti alberghieri e delle compagnie turistiche egiziane che i turisti hanno prenotato come parte del loro programma di viaggio con la compagnia siano protetti e saranno compensati.

Si è discusso di ciò che ha fatto l’Amministrazione Centrale per gli Alberghi, i Negozi e le Attività Turistiche del Ministero, poiché è stata creata una sala operativa principale nel Mar Rosso e mini sale operative nel resto delle destinazioni turistiche egiziane.

Inoltre, sono stati inviati dei comitati da parte dell’Amministrazione Centrale per l’Ispezione e il Traffico, al fine di accertare la situazione e i turisti della compagnia sul posto, oltre al pieno coordinamento con i consolati e le ambasciate di questi turisti nel Mar Rosso.

All’annuncio del fallimento del Gruppo FTI, c’erano 11.000 turisti del Gruppo FTI in varie destinazioni egiziane. Ad oggi, il numero di turisti del Gruppo FTI in Egitto è sceso a meno di 5.000, secondo l’annuncio del ministero.

Durante l’incontro è stato inoltre preso atto che l’Autorità Generale egiziana per la Promozione del Turismo ha tenuto una serie di incontri virtuali con partner professionali di aziende che operano nei mercati turistici europei, per informarli delle misure adottate dal Ministero per preservare i diritti dei turisti, strutture alberghiere e società turistiche egiziane in conformità ai contratti conclusi con il Gruppo FTI.

Da parte sua, il Ministro egiziano del Turismo ha invitato gli ambasciatori ad accelerare il completamento delle procedure necessarie affinché il Fondo tedesco di assicurazione di viaggio possa pagare tutte le quote agli stabilimenti alberghieri e alle società turistiche egiziane che hanno turisti affiliati ai programmi turistici della FTI.

“Valle dei Re” by malex.org is licensed under CC BY-SA 2.0.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI