sabato, Settembre 24, 2022
HomeMondoOmicidi di musulmani ad Albuquerque

Omicidi di musulmani ad Albuquerque

Albuquerque, la città più popolosa del New Mexico, è conosciuta per essere teatro delle serie televisive Breaking Bad e di Better Call Caul, ma si è guadagnata gli onori della cronaca per la morte di quattro musulmani, tre uccisi di recente e uno nel novembre 2021. Gli omicidi, secondo le autorità, sembrerebbero collegati tra loro. Le autorità hanno invitato la popolazione a fare attenzione, aprendo un portale per le denunce.

Il primo dei quattro omicidi come ricordavamo è stato segnalato nel novembre 2021, quando Mohammad Ahmadi, 62 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco fuori da un caffè halal. Aftab Hussein, 41 anni, è stato ucciso nel parcheggio del suo complesso di appartamenti a luglio. Poi, meno di una settimana dopo, il 1° agosto, Muhammad Afzaal Hussain, 27 anni, è stato colpito a colpi di arma da fuoco e ucciso fuori dal suo appartamento.

Un quarto uomo musulmano, è stato ucciso invece venerdì notte. La sua identità rimane sconosciuta. La quarta morte è avvenuta il giorno dopo che la polizia ha affermato di ritenere che la morte di Hussain sia collegata alle morti precedenti e che Hussain e Hussein fossero entrambi membri della stessa moschea. Le autorità stanno ora cercando di ricostruire un collegamento con la morte di Ahmadi a novembre..

La polizia, in una conferenza stampa dello scorso sabato ha espresso preoccupazione per l’ondata di sparatorie. Ha anche confermato il coinvolgimento dell’Fbi e ha esortato il pubblico a fornire informazioni. Il dipartimento di polizia ha creato un portale pubblico in cui possono essere caricati video o immagini che potrebbero aiutare a risolvere gli omicidi.

In particolare si cerca un auto che potrebbe essere collegata agli omicidi. La polizia ha pubblicato le immagini dell’auto sui social media domenica sera e ha affermato che avrebbe potuto essere usata come “mezzo di trasporto” nei recenti omicidi.

“Non abbiamo mai visto niente di simile prima”, ha detto Ahmad Azed, presidente del Centro islamico del New Mexico. “Questo è davvero un momento terribile per noi. Temiamo per la sicurezza dei nostri bambini, delle nostre famiglie”.

“Non si tratta solo della comunità musulmana, ma dell’intera comunità”, ha aggiunto Azed. “Siamo tutti insieme. È un momento molto complicato per tutti noi” ha aggiunto. Anche il Presidente Joe Biden domenica ha affermato che la sua amministrazione sta fermamente con la comunità musulmana” contro questi attacchi odiosi.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI