mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeItaliaRoma, aggressione razzista a Torpignattara

Roma, aggressione razzista a Torpignattara

Un’aggressione scioccante avvenuta nel parco Sangalli a Torpignattara, caratterizzata da insulti razzisti e colpi di bottiglia, ha portato al ferimento di un uomo indiano di 41 anni.

Questo episodio ha suscitato una forte indignazione in una parte significativa della politica romana e non solo. L’Anpi e l’Arci sono state tra le prime organizzazioni a reagire, organizzando per oggi, martedì 2 luglio, alle 19, un’assemblea pubblica nell’area verde: “È urgente mobilitarci per esprimere la nostra solidarietà al quartiere e alle famiglie coinvolte, unendo parole e idee per liberare ogni spazio dalla violenza e dalla paura,” spiegano.

Il comitato provinciale di Anpi e le sezioni del municipio V hanno chiesto al ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, di “intervenire per individuare e consegnare alla giustizia i responsabili di questi gravi atti di violenza”.

Paolo Ciani, vice capogruppo Pd-Idp alla Camera e capogruppo Demos in Assemblea capitolina, ha presentato un’interrogazione a Piantedosi “per fare chiarezza sul grave episodio di violenza e razzismo”. L’assessora a Scuola, Formazione e Lavoro di Roma Capitale, Claudia Pratelli, ha dichiarato: “A Roma non c’è spazio per i razzisti. Dobbiamo gridarlo forte. Quanto accaduto al parco Sangalli, nel quartiere più multietnico della città, è inaccettabile e richiede una reazione decisa. Conosco bene quel territorio e le esperienze di accoglienza che vi si svolgono ogni giorno.

Chi ha impedito ai bambini di origine indiana e bengalese di giocare e ha ferito i loro genitori deve capire che a Roma non c’è spazio per simili comportamenti. È positivo il presidio promosso da Arci e Anpi Roma e dalle comunità solidali del quartiere”.

Anche l’assessore al Personale, Andrea Catarci, ha condannato l’aggressione: “Dobbiamo ribadire che Roma è una città democratica e antifascista, capace di contrastare il pericoloso fenomeno della guerra dei penultimi contro gli ultimi”. L’assessore allo Sport, Turismo e Grandi Eventi, Alessandro Onorato, ha aggiunto: “Esprimo solidarietà alle vittime di quest’atto di violenza: un pallone deve unire, non dividere”.

Alleanza Verdi Sinistra e Roma Futura si sono unite alla condanna. Alessandro Luparelli, Michela Cicculli, Nando Bonessio e Amedeo Ciaccheri, presidente dell’VIII Municipio di Roma, hanno dichiarato: “L’odio e il razzismo si combattono con lo spirito di comunità”. I consiglieri di Roma Futura hanno chiesto al ministro Piantedosi una risposta ferma e rapida agli atti di violenza: “La lotta antifascista ha fondato la nostra Repubblica, e noi continueremo a vigilare contro ogni forma di violenza e razzismo”.

Anche il Pd romano, per voce del segretario Enzo Foschi, ha sottolineato l’importanza di reagire prontamente per sradicare il razzismo e riprendersi le strade della città, esprimendo solidarietà alle vittime e alle comunità colpite.

La consigliera regionale dem, Marta Bonafoni, ha ribadito la richiesta dell’Anpi affinché “i responsabili vengano prontamente individuati e consegnati alla giustizia”. I consiglieri della Lista Civica Gualtieri hanno chiesto un aumento dei controlli al ministro dell’Interno.

Anche la Casa Internazionale delle Donne ha espresso la sua posizione, affermando che il presidio organizzato da Anpi e Arci rappresenta “la giusta risposta. Roma è antirazzista, antifascista e una città aperta e accogliente. Da parte nostra, solidarietà ai bambini e alle persone aggredite”.

https://pxhere.com/ko/photo/663260?utm_content=shareClip&utm_medium=referral&utm_source=pxhere
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI