mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeItaliaTurni di 12 ore, contratti irregolari e niente ferie: sciopero alla Welltex

Turni di 12 ore, contratti irregolari e niente ferie: sciopero alla Welltex

La situazione presso la tessitura Welltex in via Galvani a Prato è stata segnata da una forte tensione lavorativa: per sei giorni, gli operai hanno incrociato le braccia in segno di protesta contro condizioni di lavoro inaccettabili, quali contrattazioni irregolari, turni estenuanti di 12 ore al giorno per sei giorni alla settimana, senza alcuna certezza su ferie, malattia o permessi. La mobilitazione, sostenuta dal sindacato Si Cobas, mira a contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e a rivendicare orari di lavoro più umani.

Gli operai, principalmente di origine pachistana, hanno scelto di affiliarsi al sindacato per chiedere la regolamentazione dei loro contratti secondo il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, che stabilisce turni lavorativi di 8 ore per 5 giorni alla settimana, garantendo tutti i diritti connessi come ferie, copertura in caso di malattia e permessi.

Questa azione di protesta fa seguito a recenti tragedie che hanno messo in luce la pericolosità delle condizioni di lavoro irregolari, come l’incidente mortale avvenuto al cantiere Esselunga di Firenze, che ha causato la morte di cinque lavoratori. Il sindacato Si Cobas enfatizza l’importanza di garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso il rispetto dei diritti dei lavoratori, sottolineando come, iniziando da Prato, sia cruciale non accettare più lavorazioni estenuanti e prive di garanzie contrattuali.

Durante lo sciopero, i rappresentanti del Si Cobas hanno avuto un secondo incontro con i titolari della tessitura, durante il quale sembra sia stata trovata una possibile via d’accordo che potrebbe portare alla stabilizzazione occupazionale dei 13 operai coinvolti. Tale incontro rappresenta un passo avanti verso la risoluzione della disputa, con ulteriori discussioni previste nel breve termine, considerando che l’attività produttiva dell’azienda rimane al momento interrotta.

Il sindacato ha inoltre messo in guardia la direzione aziendale contro il tentativo di sostituire gli operai in sciopero con nuovi lavoratori, pratica esplicitamente vietata dalla normativa vigente, riaffermando il diritto dei lavoratori alla protesta e alla tutela delle proprie condizioni lavorative.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI