mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeNotizieUnione Europea: i costi abitativi per le persone a rischio povertà incidono...

Unione Europea: i costi abitativi per le persone a rischio povertà incidono per il 38% sul reddito

I costi dell’alloggio possono rappresentare un potenziale sovraccarico, soprattutto per le persone a rischio di povertà (coloro che vivono al di sotto della soglia di povertà fissata al 60% del reddito disponibile mediano nazionale equivalente).

Nel 2021, la quota dei costi abitativi sul reddito disponibile era in media del 19% nell’UE , mentre specificamente per le persone a rischio di povertà tale quota era del 38%.

A livello nazionale, sia per la popolazione generale che per le persone a rischio di povertà, le quote più elevate dei costi abitativi rispetto al reddito disponibile sono state registrate in Grecia (rispettivamente 34% e 60%), Danimarca (26%; 57%) e Paesi Bassi (24%; 48%), mentre i più bassi sono stati a Malta (9%; 18%), Cipro (11%; 19%) e Lituania (12%; 24%).

Set di dati di origine: ilc_mded01

Questo indicatore include anche le quote di reddito disponibile per le persone che vivono al di sopra della soglia di povertà (oltre il 60% del reddito mediano nell’UE). Clicca sull’immagine qui sopra per visitare la pubblicazione interattiva e poi sul menu a discesa con ‘totale’ e vedrai altre opzioni disponibili. Questo indicatore fa parte dell’edizione interattiva Housing in Europe – 2022 , che è stata recentemente aggiornata. Visitando questa pagina si trovano i dettagli sugli alloggi in Europa, sul settore delle costruzioni, la qualità degli alloggi e l’impatto ambientale.

by Images_of_Money

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI