mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeCulturaGli aiuti finanziari diretti unica strada per combattere la povertà estrema

Gli aiuti finanziari diretti unica strada per combattere la povertà estrema

Da decenni, la lotta globale contro la povertà estrema si è posta come un obiettivo fondamentale per la comunità internazionale, mirando a eliminarla entro il 2030 come parte degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Sebbene si siano registrati alcuni progressi, la strada per raggiungere questo obiettivo appare ancora lunga, con circa 700 milioni di individui che sopravvivono con meno di 2,15 dollari al giorno. Tuttavia, l’adozione su vasta scala di aiuti finanziari diretti potrebbe rappresentare la svolta necessaria per accelerare la lotta contro questo flagello.

Gli aiuti finanziari diretti, benché non siano un’idea nuova, hanno dimostrato la loro efficacia nel fornire un sostegno cruciale, soprattutto in tempi di crisi come durante la pandemia di COVID-19.

Questa forma di assistenza permette alle persone di assumere un controllo maggiore sul proprio futuro, investendo in modo proattivo nel benessere delle proprie famiglie. Nonostante la crescente adozione di questa strategia da parte dei paesi sviluppati, meno del 5% dei fondi destinati allo sviluppo internazionale viene attualmente investito in trasferimenti monetari diretti.

Le evidenze dei benefici generati da questi trasferimenti, dove si sono verificati, sono numerose e incontrastabili, mostrando un impatto positivo sul reddito, l’istruzione, l’imprenditorialità, la riduzione della fame, delle malattie, della depressione e della violenza domestica.

“The Burden of Poverty” by AlexSantosa is licensed under CC BY-SA 2.0.

Inoltre, i trasferimenti non incidono negativamente sulle ore lavorative né aumentano le spese in alcol e tabacco. Il loro effetto positivo sull’economia locale è significativo, con ogni dollaro trasferito che genera circa 2,50 dollari di impatto economico.

Grazie alle tecnologie digitali, oggi disponiamo degli strumenti per implementare trasferimenti di denaro diretti su vasta scala alle popolazioni più povere. Durante la pandemia, il Togo ha dimostrato la fattibilità di questi programmi utilizzando dati mobili e immagini satellitari per identificare i bisognosi, distribuendo 34 milioni di dollari a 920.000 persone attraverso un sistema basato su USSD.

Similmente, l’India ha facilitato trasferimenti di denaro capillari grazie a un sistema di identificazione digitale che ha raggiunto 1,3 miliardi di persone.

Con l’efficacia dei trasferimenti di denaro ormai comprovata, la questione ora è come ampliare questi programmi a livello globale. Proposte recenti includono la creazione di un fondo mondiale dedicato all’eliminazione della povertà estrema attraverso trasferimenti diretti, ispirandosi ai modelli di raccolta fondi di successo come quello del Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria.

Questo approccio non mira a sostituire altri interventi ma a integrarli, potenziando l’effetto di ogni dollaro investito.

Mentre i trasferimenti monetari diretti non possono da soli risolvere tutti i problemi legati alla povertà, come l’accesso a cure mediche, istruzione e lavoro, rappresentano un complemento efficace a queste misure.

Fornire alle famiglie l’accesso all’assistenza finanziaria tramite i telefoni cellulari non solo migliora la loro capacità di risparmio e investimento ma accelera anche l’inclusione finanziaria di intere comunità, rendendo possibile un aiuto più rapido ed efficace in situazioni di emergenza e offrendo supporto a lungo termine alle popolazioni vulnerabili.

“Poverty” by saturnism is licensed under CC BY-SA 2.0.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI