venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeNotizieLa povertà aumenta le malattie croniche e riduce le aspettative di vita....

La povertà aumenta le malattie croniche e riduce le aspettative di vita. Uno studio statistico francese

Le malattie croniche colpiscono più spesso le persone a basso reddito e riducono ulteriormente la loro aspettativa di vita”, conferma uno studio pubblicato giovedì 6 ottobre 2022 dal Dress, il Dipartimento di Ricerca, Studi, Valutazione e Statistica della Francia.

Il Dress ha esaminato le disuguaglianze sociali studiando, nel periodo 2016-2017, l’incidenza di malattie croniche , come diabete, malattie cardio-neurovascolari, malattie psichiatriche, malattie neurologiche, malattie del fegato, malattie respiratorie croniche e tumori.

Secondo il Dress, il 10% più povero dei francesi sviluppa una malattia cronica più spesso del 10% più ricco (a parità di età e sesso): 2,8 volte più diabete, 2,2 volte più malattie del fegato o del pancreas, 2 volte più malattie psichiatriche , 1,6 volte più malattie respiratorie croniche, 1,5 volte più malattie neurologiche o degenerative e 1,4 volte più malattie cardio-neurovascolari.

I francesi meno abbienti, invece, sviluppano “un numero relativamente basso di tumori”. “Questa constatazione, tuttavia, non tiene conto delle eventuali disuguaglianze sociali nell’uso dello screening e delle differenze a seconda del tipo di tumore” , precisa il Dress.

I lavoratori e i dipendenti sono anche più esposti al rischio di sviluppare una malattia cronica rispetto ai dirigenti e alle professioni intellettuali superiori.

“Poiché più spesso sviluppano malattie croniche, anche i meno abbienti hanno maggiori probabilità di convivere con una di queste malattie, e questo, sebbene la loro mortalità sia relativamente più alta quando sono malate” , aggiunge il Dress, indicando in particolare la psichiatria tra malattie che incidono sul tenore di vita, in particolare a causa delle difficoltà di accesso agli studi e al lavoro.

Le donne francesi più povere hanno un rischio tre volte e mezzo maggiore di contrarre il diabete rispetto alle più ricche (quasi il doppio per gli uomini). Così come hanno un rischio 1,5 volte maggiore di sviluppare malattie cardio-neurovascolari rispetto ai più abbienti (contro l’1,2 degli uomini).

Le malattie croniche accentuano le disuguaglianze sociali in termini di aspettativa di vita, sottolinea anche il Dress. “A tutte le età, le persone con una malattia cronica hanno un rischio maggiore di morire rispetto alle persone senza la malattia. Lo stesso vale per le persone più modeste rispetto alle persone più facoltose », riporta il servizio statistico del ministero della Salute. “Senza malattie croniche, il divario di aspettativa di vita alla nascita tra i più ricchi e i più poveri si ridurrebbe di oltre un terzo”. Le malattie che ampliano maggiormente le disuguaglianze in termini di aspettativa di vita sono le malattie psichiatriche e le malattie cardio-neurovascolari, specifica il Dress.

by survival group
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI