venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeNotizieStrage di operai in una miniera turca. 41 vittime ad Amasra

Strage di operai in una miniera turca. 41 vittime ad Amasra

Più di 40 minatori sono stati uccisi in un grave incidente minerario nel nord della Turchia. Un minatore inizialmente disperso è stato trovato morto sabato, portando le vittime a 41 e le operazioni di soccorso sono terminate. L’incidente, nella città portuale di Amasra, sul Mar Nero, sarebbe stato innescato da un’esplosione di metano venerdì sera.

“58 minatori sono stati in grado di salvarsi o sono stati salvati con l’aiuto dei servizi di emergenza”, ha affermato il ministro dell’Interno Süleyman Soylu. 28 minatori sono rimasti feriti. Le riprese televisive mostravano i paramedici che somministravano ossigeno ai soccorsi dopo l’esplosione e poi li portavano in ospedale.

Tuttavia, alcuni di coloro che sono stati salvati hanno preferito rimanere dov’erano: “Sto bene, voglio restare qui per aiutare i miei compagni”, ha detto a NTV un minatore. “Non so cosa sia successo”, ha detto un altro minatore all’Agenzia Anadolu. “C’è stata una pressione improvvisa e non ho potuto vedere nulla”.

L’esplosione ha intrappolato un centinaio di minatori in due tunnel a una profondità di 300 metri e 350 metri. L’incendio scoppiato nella fossa era “in gran parte sotto controllo” sabato, come ha detto in lacrime il ministro dell’Energia Fatih Donmez.

Il sindacato dei minatori turchi ha attribuito l’esplosione a un accumulo di gas metano. Tuttavia, altri funzionari inizialmente hanno affermato che era troppo presto per trarre conclusioni definitive sulla causa dell’incidente.

“Tutto è crollato con un’enorme esplosione, sono riuscito a scappare”, ha detto un minatore all’agenzia di stampa privata Demirören . Un altro dice che hanno trascinato “i cadaveri dei nostri colleghi” fuori dalla miniera turca.

Con le lacrime agli occhi, la sorella di un minatore morto nell’incidente di Bartin ha affrontato in diretta televisiva il capo di stato turco Recep Tayyip Erdogan, che era andato ad incontrare le famiglie dei lavoratori dopo i funerali dell’operaio Rahman Özcelik. Il giornalista turco Ibrahim Haskologlu ha pubblicato su Twitter un resoconto dell’incontro.

“10-15 giorni fa mio fratello ha detto: ‘C’è una fuga di gas qui, ci faranno saltare in aria’”, ha detto a Erdogan la sorella di un minatore. Gli ha chiesto come è stato possibile trascurare il pericolo: “Mio fratello aveva ragione, è morto davanti a tutti.” Erdogan ha ascoltato la donna senza commenti e ha solo espresso le sue condoglianze alla folla.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI