domenica, Aprile 14, 2024
HomeItalia12 mila minori stranieri spariti nel nulla in Italia

12 mila minori stranieri spariti nel nulla in Italia

In Italia, un fenomeno è stato denunciato dalla relazione del Commissario straordinario per le persone scomparse: ogni anno, decine di migliaia di ragazzi non fanno ritorno alle proprie case. Nel solo 2023, si sono registrate 29.315 scomparse, con una prevalenza di minori (21.951 casi, pari al 75% del totale) tra cui spicca il numero elevato di ragazzi stranieri (17.535). Questo dato segna un netto aumento rispetto all’anno precedente, in cui le scomparse ammontavano a 13.000, evidenziando una situazione che si è aggravata parallelamente all’incremento degli arrivi sul territorio italiano dal 2015.

Sebbene molti siano stati successivamente ritrovati, restano irrisolti 11.810 casi di minori arrivati non accompagnati, lasciando nell’incertezza il destino di questi giovani. Il 91% di questi casi riguarda maschi, molti dei quali fuggono dagli alloggi di accoglienza con l’intenzione di raggiungere parenti e amici in altri paesi europei. In particolare, molti 17enni tendono a scomparire volontariamente da strutture di accoglienza o famiglie affidatarie.

Un numero significativo di questi giovani entra nella clandestinità, trovando impiego irregolare e inviando denaro alle famiglie d’origine. L’afflusso di giovani egiziani, in particolare, si è intensificato negli ultimi due anni, con destinazioni prevalenti in Lombardia e altre regioni del Nord Italia. Questi ragazzi, dopo un lungo viaggio attraverso la rotta balcanica, giungono in Italia dove spesso sfuggono al controllo delle autorità per iniziare una nuova vita.

Il timore è che molti di questi ragazzi possano essere coinvolti in attività illecite o cadere vittime di sfruttamento sessuale. Benché non vi siano prove concrete, vi è la preoccupazione che alcuni possano addirittura essere oggetto di traffico d’organi. Ad oggi, solo 25 dei minori stranieri scomparsi nel 2023 sono stati ufficialmente riconosciuti come potenziali vittime di reati, lasciando irrisolto il destino degli altri.

La provenienza di questi minori scomparsi è varia, ma accomunata dalla povertà delle nazioni di origine, come Tunisia, Egitto e Guinea, dove la vita di un bambino o adolescente può avere un valore monetario. Per far luce su questa drammatica realtà, nel dicembre 2023, il Commissario per le persone scomparse ha firmato un accordo triennale con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, con l’obiettivo di scambiarsi informazioni utili a prevenire e contrastare il fenomeno, oltre che a promuovere azioni concrete di intervento.

Soltanto nel primo semestre 2023 si sono contate 9.626 segnalazioni di minori con cui si sono persi i contatti temporaneamente o in modo permanente (pari al 73,87% del totale delle denunce di scomparsa del periodo, in tutto 13.031), di cui 7.503 stranieri (77,94%) e 2.123 italiani (22,05%). I giovanissimi stranieri rintracciati sono per ora meno di un terzo (il 32,36%), i coetanei italiani riemersi quasi tre quarti (73,81%).

l fenomeno dei minori scomparsi riguarda in larga percentuale giovani stranieri che si allontanano dalle strutture di accoglienza nelle quali sono ospitati, per raggiungere famiglie o parenti, in Italia o all’estero.

Questo scenario rappresenta una delle grandi crisi del nostro tempo, dietro cui si celano storie complesse e spesso drammatiche, che necessitano di risposte concrete e urgenti per proteggere i più vulnerabili.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ARTICOLI CORRELATI